Imbianchino senza arti dopo incidente, ospedale gli riattacca le braccia di una donna

Imbianchino senza arti dopo incidente, ospedale gli riattacca le braccia di una donna

Condividi

E’ rimasto senza arti per un incidente e così l’ospedale lo ha sottoposto a un trapianto di braccia prese da una donatrice donna. Un imbianchino indiano che ha perso entrambe le braccia in un tragico incidente ferroviario è stato sottoposto a un incredibile intervento di trapianto di arti. Raj Kumar, 45 anni, ha ricevuto due avambracci e mani donati da una donna che aveva dato il proprio assenso alla donazione organi dopo la morte. Nel 2020, Kumar stava attraversando un binario ferroviario in bicicletta quando ha perso il controllo ed è caduto per poi essere investito dal treno e perdere entrambe le mani.

LEGGI ANCHE

Un’equipe medica di 11 chirurghi

I medici pensavano che il pittore avrebbe dovuto utilizzare delle protesi per il resto della sua vita, ma il suo processo non ebbe successo. Un ambizioso trapianto di doppio arto rimaneva l’unica speranza di Kumar. Kumar ha ricevuto i due arti in donazione da Meena Mehta, un’ex preside di Nuova Delhi dichiarata cerebralmente morta. È stato sottoposto a un intervento chirurgico di trapianto di mano bilaterale da parte di un team di 11 medici guidati dal dottor Mahesh Mangal, presidente del Dipartimento di chirurgia plastica ed estetica, e dal dottor Swaroop Singh Gambhir, consulente senior di chirurgia plastica ed estetica.

Le braccia donate da una donna, una preside di Nuova Dehli

Il trapianto delle braccia donata della donna ha avuto luogo nel rinomato Sir Ganga Ram Hospital di Nuova Delhi. L’intricata e complessa procedura durata 12 ore prevedeva il riattacco di ogni componente di una mano umana, comprese ossa, arterie, vene, tendini, muscoli, nervi e pelle. “Una volta selezionato il paziente e effettuato il confronto del sangue, abbiamo scoperto che era il candidato idoneo”, ha detto il dottor Gambhir all’Indian Express. “Abbiamo preso le mani e abbiamo fissato prima le ossa con placche e viti, poi abbiamo fissato i muscoli, poi le arterie e i nervi.”

Il dottor Gambhir ha aggiunto che la precisione, la competenza e l’esperienza sono fondamentali per garantire la perfetta integrazione delle mani trapiantate nel corpo del paziente. Kumar, che ha subito l’intervento chirurgico sei settimane fa, si è ripreso bene dall’intervento e dovrebbe essere dimesso dall’ospedale nelle prossime ore.

LEGGI GLI ULTIMI ARTICOLI DI SALUTE


Seguici anche su Google News: clicca qui
Imbianchino senza arti dopo incidente, ospedale gli riattacca le braccia di una donna Imbianchino senza arti dopo incidente, ospedale gli riattacca le braccia di una donna
Photo Credits: X
Imbianchino senza arti dopo incidente, ospedale gli riattacca le braccia di una donna Imbianchino senza arti dopo incidente, ospedale gli riattacca le braccia di una donna
Photo Credits: X
Imbianchino senza arti dopo incidente, ospedale gli riattacca le braccia di una donna Imbianchino senza arti dopo incidente, ospedale gli riattacca le braccia di una donna
Photo Credits: X
Imbianchino senza arti dopo incidente, ospedale gli riattacca le braccia di una donna Imbianchino senza arti dopo incidente, ospedale gli riattacca le braccia di una donna
Photo Credits: X