... ... L'ex allenatore Sven-Goran Eriksson sta morendo di cancro
L'ex allenatore Sven-Goran Eriksson sta morendo di cancro

L’ex allenatore della Lazio Sven-Goran Eriksson sta morendo di cancro

Condividi

Sven-Goran Eriksson ha rivelato di avere un cancro terminale, dichiarando: “Devo lottare il più a lungo possibile”. Il 75enne ex Ct dell’Inghilterra e conosciuto in Italia per aver allenato Sampdoria e Lazio, teme di avere un anno di vita o, nel peggiore dei casi, un po’ meno dopo la diagnosi avvenuta l’anno scorso. Ha dichiarato: “Tutti capiscono che ho una malattia che non va bene. Tutti immaginano che sia cancro e lo è. Ma devo lottare finché posso”.

LEGGI ANCHE

Sven-Goran Eriksson annuncia: ho il cancro

Eriksson ha parlato alla radio svedese P1 e alla domanda sulla prognosi ha detto così risposto: “Forse nella migliore delle ipotesi un anno, nella peggiore delle ipotesi un po’ meno, o nella migliore delle ipotesi forse anche di più”. Non puoi esserne assolutamente sicuro. È meglio non pensarci”.

C’erano state speculazioni sulla sua salute dopo che aveva smesso di lavorare come direttore sportivo del Karlstad in Svezia. Oggi ha rivelato di aver avuto un collasso dopo una corsa l’anno scorso e di aver scoperto di essere gravemente malato. Ha detto: “Non va bene. Tutti immaginavano che fosse cancro e lo è. Ma devo combattere il più a lungo possibile. Ma puoi ingannare il tuo cervello. Vedi il lato positivo delle cose, non crogiolarti nelle avversità, perché queste sono ovviamente le avversità più grandi, ma trai qualcosa di buono da esse”.

Pochi mesi fa è collassato durante una corsa

Sven-Goran Eriksson ha detto a P1 di essere improvvisamente collassato mentre faceva una corsa di 5 km. Dopo aver consultato i suoi medici, si è scoperto che Eriksson aveva avuto un ictus e aveva anche un cancro. Ha detto: “Non sanno da quanto tempo ho avuto il cancro, forse un mese o un anno”.

La sua brillante carriera da allenatore

In una brillante carriera manageriale Sven è stato allenatore di IFK Göteborg, Benfica, Roma, Fiorentina, Sampdoria, Lazio, Manchester City e Leicester City. È stato anche allenatore di Messico, Costa d’Avorio e Filippine. Ma mentre era alla guida dell’Inghilterra per cinque anni, divenne l’allenatore di calcio più famoso al mondo.

Tra il 2001 e il 2006 ha guidato la cosiddetta ‘generazione d’oro’ di stelle tra cui David Beckham, Steven Gerrard e Frank Lampard ma non ha mai vinto il trofeo più importante che ci si aspettava.
La sua tragica diagnosi è arrivata quasi esattamente 22 anni dopo le sue dimissioni da allenatore della Lazio prima del previsto per assumere il ruolo di allenatore dell’Inghilterra. Lo svedese aveva firmato un contratto quinquennale tre mesi prima per subentrare nell’estate del 2001.

LEGGI ALTRE NOTIZIE DI SPORT


Seguici anche su Google News: clicca qui