Re Carlo con la sua prostata ha protetto Kate

Re Carlo con la sua prostata ha protetto Kate, ecco come

Condividi

Re Carlo adora la nuora Kate e lo ha confermato con la recente strategia comunicativa con cui ha protetto la principessa. Kate Middleton si sta riprendendo dall’operazione all’addome e sui media britannici si rispetta la privacy della principessa. Gli esperti di casa reale hanno però fatto notare come sia stato Re Carlo, con la sua strategia di comunicazione, a proteggere Kate. La tempistica della dichiarazione di Re Carlo riguardo al suo programmato intervento chirurgico alla prostata potrebbe essere stata anticipata per proteggere la principessa Kate.

LEGGI ANCHE

Re Carlo ha protetto Kate distogliendo l’attenzione

Mercoledì scorso Kensington Palace ha rilasciato una dichiarazione in cui affermava che la principessa del Galles si stava riprendendo in ospedale a seguito di una procedura pianificata e avrebbe trascorso fino a due settimane in degenza prima di tornare a casa a Windsor. La natura della sua condizione non è stata specificata, con il Palazzo che ha solo affermato che non era cancerosa, e non si prevede che tornerà ai doveri reali fino a tarda primavera. Meno di due ore dopo è stato pubblicato online anche un comunicato sullo stato di salute del Re, rivelando più esplicitamente che sarebbe stato sottoposto a un intervento chirurgico per un ingrossamento della prostata.

Sua Maestà è stata più esplicita riguardo alla sua condizione al fine di sensibilizzare e incoraggiare gli uomini a sottoporsi a controlli dei sintomi, tuttavia potrebbe esserci un’altra ragione dietro la tempistica dell’annuncio e la sua franchezza. È insolito che la casa reale sia così schietta riguardo alle proprie condizioni mediche, con la storica Dott.ssa Tessa Dunlop che descrive l’annuncio sulla sua prostata ingrossata come “senza precedenti e anche astuto”.

Re Carlo ha “distratto” i sudditi

Ha detto al Mirror: “Buckingham Palace non è spontaneo; il rilascio di una dichiarazione contenente questioni private sulla salute del re subito dopo la notizia dell’importante intervento chirurgico addominale della principessa del Galles è stato deliberato. Il tempismo si è discostato dall’operazione importante di sua nuora, allo stesso modo, i dettagli privati ​​riguardanti la sua prostata hanno dato al pubblico qualcos’altro a cui pensare”.

Ha aggiunto: “Ma al di là di questa ovvia strategia, credo che ci fosse qualcos’altro in gioco. Condividendo una fetta di personale, la dichiarazione di Charles è servita a sottolineare l’assenza di qualsiasi dettaglio reale riguardo alle condizioni di Kate. Il re protettivo avrebbe potuto anche dire ‘Ecco, abbi qualche informazione su di me, ma tieni i tuoi occhi indiscreti lontani da mia nuora’. Leggere le dichiarazioni una accanto all’altra è un potente esempio di PR ben coordinate. C’era una famiglia reale moderna e di servizio pubblico, ma con confini molto chiari”.

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI MONDO


Seguici anche su Google News: clicca qui
Re Carlo con la sua prostata ha protetto Kate Re Carlo con la sua prostata ha protetto Kate
Photo Credits: Instagram
Re Carlo con la sua prostata ha protetto Kate Re Carlo con la sua prostata ha protetto Kate
Photo Credits: Instagram
Re Carlo con la sua prostata ha protetto Kate Re Carlo con la sua prostata ha protetto Kate
Photo Credits: Instagram
Re Carlo con la sua prostata ha protetto Kate Re Carlo con la sua prostata ha protetto Kate
Photo Credits: Instagram