... ... "Trump ha la sifilide": la mano macchiata apre dubbi su sua salute
"Trump ha la sifilide": la mano macchiata aprono dubbi sulla sua salute

“Trump ha la sifilide”: la mano macchiata accende dubbi sulla sua salute

Condividi

Donald Trump malato di sifilide, è il dubbio che gli organi di stampa americani stanno insinuando da diverse ore. L’ex presidente Donald Trump è andato in tribunale a New York per affrontare un processo per diffamazione e nel salutare i suoi sostenitori ha mostrato una mano con misteriosi segni rossi. Donald Trump ha salutato con la mano destra le telecamere mentre lasciava la Trump Tower mercoledì mattina diretto alla corte federale di Manhattan. Il gesto ha rivelato che Trump aveva segni rossi sul pollice, sull’indice e sulla parte superiore del palmo.

LEGGI ANCHE

La mano macchiata di Trump accende il dibattito

Nonostante la foto della mano di Trump coi segni rossi avesse fatto subito il giro dei social, non c’è stata una immediata spiegazione alimentando così le supposizioni. Alcuni utenti di X (ex Twitter) hanno ipotizzato che Trump potrebbe essere caduto di recente o avere un “herpes alle mani”. Un professore associato di dermatologia al Mount Sinai Hospital, il dottor Joshua Zeichner, ha detto che Trump probabilmente ha avuto un’eruzione cutanea che potrebbe essere causata dalla pelle secca, dalle vesciche causate dal golf, dal succo di lime sulle mani o da qualcos’altro.

“Le eruzioni cutanee sulle mani possono essere causate da una varietà di fattori”, ha detto Zeichner a Business Insider, “che vanno dalle infezioni alle condizioni infiammatorie alle esposizioni esterne”. Ma c’è chi invece è andato oltre.

Trump ha la sifilide: l’accusa lanciata da un consulente politico

Il consulente del partico democratico americano James Carville ha ipotizzato che Donald Trump soffra di sifilide secondaria. Carville ha detto di essersi consultato con un numero di medici: “La risposta è immediata e unanime: sifilide secondaria”. In effetti durante la fase secondaria della sifilide, si possono formare eruzioni cutanee e/o piaghe in bocca, nella vagina o nell’ano. Questa fase di solito inizia con un’eruzione cutanea su una o più aree del corpo. L’eruzione cutanea può manifestarsi quando la ferita primaria sta guarendo o diverse settimane dopo che la ferita è guarita. L’eruzione cutanea può interessare i palmi delle mani e/o la pianta dei piedi.

Ma la tempistica delle macchie va contro questa “diagnosi”. Gli utenti dei social media si sono affrettati a sottolineare che queste piaghe non erano presenti sulle mani di Trump quando ha parlato martedì sera nel New Hampshire dopo le primarie.

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI MONDO


Seguici anche su Google News: clicca qui