Uccisa e chiusa in un frigorifero: voleva salvare la figlia 13enne dal fidanzato pedofilo

Uccisa e chiusa in un frigorifero: voleva salvare la figlia 13enne dal fidanzato pedofilo

Condividi

Le autorità brasiliane hanno scoperto il cadavere una donna uccisa e poi messa all’interno di un frigorifero, a massacrarla era stato il fidanzato di sua figlia. Flávia dos Santos, 44 anni, è stata uccisa in seguito ad una rissa con la figlia di 13 anni e il suo fidanzato di 22 anni nella sua casa nella città nord-orientale di Maceió, ha detto la polizia di Alagoas.

LEGGI ANCHE

La figlia di Dos Santos, il cui nome è stato omesso perché minorenne, è stata presa in custodia martedì. Anche il suo ragazzo, il cui nome non è stato rilasciato, è stato arrestato e ha confessato di aver ucciso la donna. Suo padre, 47 anni, è stato arrestato per averli aiutati a nascondere il corpo.

Uccisa e nascosta in un frigorifero gettato nel bosco

Il fidanzato della ragazza è accusato di omicidio, occultamento di un cadavere e corruzione di minorenne, ha detto il capo della polizia civile di Alagoas, Thiago Prado. Prado ha detto al notiziario brasiliano G1 che la dos Santos si è arrabbiata venerdì sera quando è tornata a casa dal lavoro e ha affrontato il fidanzato di sua figlia, a cui aveva precedentemente vietato di visitare la residenza nel quartiere Maceió di Jacintinho.

La ragazza ha detto alla polizia di aver litigato con la madre perché lei disapprovava la relazione con il suo ragazzo e non voleva che lei andasse a vivere con lui. L’adolescente ha aggiunto che la discussione è diventata violenta e che hanno colpito sua madre alla testa. Dos Santos è caduta a terra prima che il fidanzato di sua figlia la pugnalasse più volte con un coltello.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Portal BR104 (@portalbr104)

Il padre del suo ragazzo li ha aiutati a collocare il corpo di dos Santos, che era avvolto in una coperta, all’interno di un frigorifero e a tenervi il cadavere fino a martedì, quando ha dato istruzioni a suo figlio di rimuovere il corpo da casa.

Lunedì sera hanno assunto un autista per rimuovere il frigorifero dalla casa e trasportarlo in un’area boschiva a circa 15 km di distanza, nella città di Benedito Bentes, dove il fidanzato della ragazza e suo padre hanno scaricato l’elettrodomestico. Tuttavia, l’uomo si è insospettito perché il frigorifero era stato coperto con del nastro adesivo e ha allertato la polizia.
Thiago ha detto al notiziario brasiliano G1 che la ragazza ha tentato di insabbiare il crimine fingendo di essere sua madre e inviando messaggi tramite WhatsApp a persone che la conoscevano.

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI MONDO


Seguici anche su Google News: clicca qui
Uccisa e chiusa in un frigorifero: voleva salvare la figlia 13enne dal fidanzato pedofilo Uccisa e chiusa in un frigorifero: voleva salvare la figlia 13enne dal fidanzato pedofilo
Photo Credits: Facebook
Uccisa e chiusa in un frigorifero: voleva salvare la figlia 13enne dal fidanzato pedofilo Uccisa e chiusa in un frigorifero: voleva salvare la figlia 13enne dal fidanzato pedofilo
Photo Credits: Facebook
Uccisa e chiusa in un frigorifero: voleva salvare la figlia 13enne dal fidanzato pedofilo Uccisa e chiusa in un frigorifero: voleva salvare la figlia 13enne dal fidanzato pedofilo
Photo Credits: Facebook
Uccisa e chiusa in un frigorifero: voleva salvare la figlia 13enne dal fidanzato pedofilo Uccisa e chiusa in un frigorifero: voleva salvare la figlia 13enne dal fidanzato pedofilo
Photo Credits: Facebook
Uccisa e chiusa in un frigorifero: voleva salvare la figlia 13enne dal fidanzato pedofilo Uccisa e chiusa in un frigorifero: voleva salvare la figlia 13enne dal fidanzato pedofilo
Photo Credits: Facebook
Uccisa e chiusa in un frigorifero: voleva salvare la figlia 13enne dal fidanzato pedofilo Uccisa e chiusa in un frigorifero: voleva salvare la figlia 13enne dal fidanzato pedofilo
Photo Credits: Facebook