Crollo ponte Baltimora, carburante nave sporco di alghe nella nave

Crollo ponte Baltimora, carburante nave sporco di alghe: ecco il perché della tragedia

Condividi

“Carburante sporco” di alghe e acqua, è l’ipotesi più accreditata per la tragedia di Baltimora e sarebbe il motivo per il quale la nave cargo si è trovata senza motore causando poi il crollo del ponte. Secondo gli esperti del settore marittimo, il “carburante sporco” potrebbe aver causato la perdita di potenza della nave mercantile Dali negli istanti prima che si schiantasse contro il Francis Scott Key Bridge di Baltimora martedì.

LEGGI ANCHE

Carburante sporco di alghe, ipotesi sulla tragedia di Baltimora

Secondo un rapporto del 2018 dell’Atlantic Council, una “miscela errata” di prodotti industriali finisce nel carburante per navi, provocando centinaia di guasti ai motori negli ultimi anni che hanno lasciato le navi impotenti e alla deriva in alto mare. La Dali si è spenta perché ha perso l’energia elettrica poco prima del disastro del ponte, e il pilota non aveva il controllo della nave mentre virava verso la struttura di supporto del ponte. Questa perdita di potenza potrebbe essere stata causata da sporcizia che intasa i filtri che conducono al generatore principale della nave, ha affermato Gerald Scoggins al Washington Post, un ingegnere capo veterano nell’industria del petrolio e del gas e amministratore delegato della società di Houston Deepwater Producers.

Ha notato che le navi utilizzano combustibili diversi per parti diverse della loro crociera. All’interno di un porto, come era la Dali prima della collisione, le navi in ​​genere utilizzano un carburante diesel relativamente leggero. Anche quello potrebbe essere stato contaminato. I contaminanti comuni includono acqua, sporco e alghe, ha detto Scoggins.

Il carburante marino fatto con numerosi scarti

Ian Ralby, amministratore delegato di IR Consilium, una società di consulenza per la sicurezza marittima, ha affermato che il carburante marino pesante caricato sulle navi in ​​porto è mescolato con quello che viene chiamato materiale di taglio, ed è incline a essere carico di contaminanti e non è strettamente regolamentato. “La catena di approvvigionamento del carburante è lunga e relativamente opaca”, afferma il rapporto. “Di conseguenza, il carburante per navi è diventato la destinazione finale dei residui del processo di raffinazione”.

Motori delle navi usati come inceneritori

Le navi mercantili, afferma il rapporto, funzionano quindi effettivamente come inceneritori per l’industria della raffinazione. Gli ispettori hanno trovato carburante contaminato da “olio motore usato e sottoprodotti della produzione di plastica, gomma, cosmetici, fertilizzanti e persino articoli di carta”. Nel caso di Dali, Ralby ha affermato che la possibilità di un attacco informatico non dovrebbe essere esclusa. È anche possibile che la nave abbia avuto un guasto puramente meccanico in uno dei suoi sistemi critici.

Nave contro il ponte di Baltimora: i costi

Una quantità impressionante di denaro sta andando via a causa del crollo del ponte di Baltimora. Gli esperti sentiti da Business Insider dicono che il porto da solo contribuisce con 15 milioni di dollari all’attività economica quotidiana della città, e sarà quasi ferma “fino a nuovo avviso”. Questo è solo l’inizio. Sebbene Baltimora non sia il porto più grande degli Stati Uniti, è uno dei terminal più specializzati per automobili e attrezzature agricole, note come merci “roll-on/roll-off”, e per alcuni prodotti sfusi, come il carbone.

Rischio posti di lavoro se non riparte in 90 giorni

Daraius Irani, capo economista del Regional Economic Studies Institute della Towson University nel Maryland, ha detto a BI che il porto è responsabile di circa 140.000 posti di lavoro, anche se non prevede che saranno a rischio significativo, a patto che le operazioni riprendano rapidamente. “Se ci vogliono 60 o 90 giorni, allora potrebbe avere un effetto più deleterio e a lungo termine”, ha detto.

Mentre alcuni carichi devono attendere, le navi portacontainer possono in gran parte essere reindirizzate verso altre località della costa orientale. Un rischio per Baltimora sarà se tali cambiamenti di rotta saranno temporanei o se avranno un impatto duraturo sull’attività del porto. Quando il Key Bridge fu inaugurato nel 1977, completò il cerchio della I-695 intorno a Baltimora. E fornì un bypass cruciale per i materiali pericolosi che non potevano essere trasportati attraverso i tunnel. Quel collegamento ora è interrotto, richiedendo ai veicoli di prendere un percorso alternativo più lungo e più lento.

Sulla nave ci sono 56 container pericolosi

Decine di container a bordo della nave mercantile che ha fatto crollare il Baltimora Key Bridge contengono materiali pericolosi, hanno detto funzionari della Guardia Costiera. La nave cisterna Dali trasportava 56 container con materiali pericolosi su un totale di 4.700 container. “La maggior parte di questi container sono più vicini alla timoneria e non sono assolutamente interessati dai danni alla prua della nave”, ha detto ha detto il vice ammiraglio della guardia costiera Peter Gautier. “E non abbiamo stabilito che ci sia alcun tipo di rilascio in questo momento”.

La Guardia Costiera e il Corpo degli Ingegneri dell’Esercito guideranno gli sforzi di pulizia, per rimuovere la nave, i resti devastati del ponte d’acciaio e tutti i veicoli intrappolati sotto il relitto nelle profondità del fiume Patapsco. Secondo Gautier, la massiccia nave portacontainer è bloccata sul posto, trattenuta sulla prua dal peso di un pezzo del ponte. “La vera cosa critica qui è che una parte del ponte rimane sulla prua di quella nave, e ci coordineremo molto strettamente con il Corpo degli Ingegneri dell’Esercito per effettuare innanzitutto la rimozione di quei detriti”.

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI MONDO


Seguici anche su Google News: clicca qui
Crollo ponte Baltimora, carburante nave sporco di alghe nella nave Crollo ponte Baltimora, carburante nave sporco di alghe nella nave
Photo Credits: Instagram
Crollo ponte Baltimora, carburante nave sporco di alghe nella nave Crollo ponte Baltimora, carburante nave sporco di alghe nella nave
Photo Credits: Instagram
Crollo ponte Baltimora, carburante nave sporco di alghe nella nave Crollo ponte Baltimora, carburante nave sporco di alghe nella nave
Photo Credits: Instagram
Crollo ponte Baltimora, carburante nave sporco di alghe nella nave Crollo ponte Baltimora, carburante nave sporco di alghe nella nave
Photo Credits: Instagram
Crollo ponte Baltimora, carburante nave sporco di alghe nella nave Crollo ponte Baltimora, carburante nave sporco di alghe nella nave
Photo Credits: Instagram
Crollo ponte Baltimora, carburante nave sporco di alghe nella nave Crollo ponte Baltimora, carburante nave sporco di alghe nella nave
Photo Credits: Instagram
Crollo ponte Baltimora, carburante nave sporco di alghe nella nave Crollo ponte Baltimora, carburante nave sporco di alghe nella nave
Photo Credits: Instagram
Crollo ponte Baltimora, carburante nave sporco di alghe nella nave Crollo ponte Baltimora, carburante nave sporco di alghe nella nave
Photo Credits: Instagram
Crollo ponte Baltimora, carburante nave sporco di alghe nella nave Crollo ponte Baltimora, carburante nave sporco di alghe nella nave
Photo Credits: Instagram